A scuola di web marketing da un gigolò

“Comprendere i bisogni dei clienti non è sempre un compito facile ed è utile a tal fine stabilire una distinzione tra bisogni latenti e quelli espressi. I bisogni o le soluzioni latenti sono quelli di cui il potenziale cliente non è consapevole: si noti che non sono meno reali di quelli espressi, semplicemente non sono ancora presenti nella sezione conscia del pensiero. I bisogni latenti sono universali, in quanto esistono in ogni consumatore. Il ruolo del marketing strategico proattivo è quello di scoprirli e di analizzare il loro potenziale di redditività.

Da una parte ci sono i cosiddetti bisogni consapevoli, che a loro volta comprendono i bisogni espressi (cioè che il cliente dice), i bisogni non espressi (ciò che il cliente si aspetta) e i bisogni immaginari (i sogni del cliente). Dall’altra, invece, ci sono i bisogni non consapevoli, che includono i bisogni effettivi (il benessere del cliente) e i bisogni inconsci (ciò che motiva inconsciamente il cliente).”

Jean-Jacques Lambin, Marketet-driven management, McGraw-Hill 2008 pag. 66-67

Ok, questa è la teoria. Ma la pratica?

Beh, trovo che l’analisi dei bisogni della clientela fatta dal mitico Roy Gigolò (o dalla sua web agency) sia da manuale di marketing perchè riesce a far coincidere alla perfezione la differenziazione dell’offerta con la domanda consapevole e non consapevole.

Home page – Coerenza con la brand identity

Bannering – Valorizzazione dei “Più venduti”

Claim – Call to action rafforzativa nella form di contatto

Servizi – Applausi!

Un ringraziamento di cuore a Lele per avermi segnalato, spero per lui non dopo averla testata personalmente, questa perla di web marketing. 🙂

PS: già che ci siete, date un’occhiata anche alla gestione del suo blog, del suo canale YouTube e della sua pagina Facebook.

Jacopo Pasquini

Consulente e docente di marketing e comunicazione digitale, specializzato in Web Marketing e UX Design. Ho iniziato a navigare su Internet nel 1997 con un modem 56k, oggi lavoro come freelance per aziende, agenzie, università.

Newsletter

Email

1 Commenta
  • FDAPharmacy

    12 maggio 2012 at 9:07 Rispondi

    That’ s very great to be on the right side of international opinion. Being part of the web society we control all the positive moods you spread over your blog.