Comportamento d'acquisto post-moderno

Tutto parte da un bisogno, preesistente o generato. Cosa cambia allora tra il “vecchio” ed il “nuovo” comportamento d’acquisto? Vediamolo insieme.

La ricerca delle fonti di informazioni nel pre-acquisto non si limita al bombardamento mediatico classico (pubblicità TV, stampa, affissione etc…) che produce certo notorietà e consapevolezza [indistinta] ma anche fastidio e disinteresse. Il consumatore, anzi meglio il prosumer, si rivolge quindi a fonti di informazione non-convenzionali ed innovative: in breve, va su internet [tipicamente partendo da  un sito che inizia per “goog” e finisce con “le”] e prima di azzardarsi a comprare inizia a leggere recensioni, giudizi, blog, forum, articoli, commenti sui social e così via…chi di noi non l’ha mai fatto? Il pre-acquisto post-moderno è abbastanza trasversale rispetto alla tipologia di prodotto/servizio da comprare. Un corretto mix tra “new” e “old” media garantisce alle imprese i risultati migliori: l’approccio integrato premia!

A questo punto si passa al processo di acquisto vero e proprio che avviene in modalità on/off line, con le relative combinazioni di inzio e fine: on-off-on; off-on-off; on-off; off-on. Fantastico, finalmente possiamo goderci il nostro acquisto e vivere un’esperienza indimenticabile (forse!).

Nel bene o nel male il post-acquisto “reale” diventa “virtuale” ed il feed-back è inevitabile: i “compralo anche tu..”; piuttosto che “non lo comprare nemmeno se te lo regalano…” spuntano come rondini a primavera e la conversazione si anima. E’ qui che si gioca il social branding: reputazione, community, passaparola diventano dinamiche quotidiane di relazione tra azienda e consumatore. Non solo: la partecipazione si auto-alimenta e fornisce ulteriori spunti al dibattito sul brand.

Morale della favola. Che vi piaccia o no, là fuori stanno parlando di voi, della vostra marca, dei vostri prodotti e del modo in cui li (non li) avete venduti. La comunicazione oggi comporta un flusso reticolare e multi-relazionale per cui comunque c’è conversazione sul brand; a voi la scelta se intercettarla e partecipare o mettere la testa sotto la sabbia e far finta di niente.

Se vuoi scarica e condividi la mia presentazione:

[slideshare id=2322118&doc=comportamentoacquisto-091022124251-phpapp01]

Jacopo Pasquini

Consulente e docente di marketing e comunicazione digitale, specializzato in Web Marketing e UX Design. Ho iniziato a navigare su Internet nel 1997 con un modem 56k, oggi lavoro come freelance per aziende, agenzie, università.

Newsletter

Email

Non ci sono commenti

Sorry, the comment form is closed at this time.